Italia Cup a Ortona per i nostri Laseristi

Categorie: Regate

Trasferta lunga, circa 700 km, per i nostri laseristi in occasione del ponte di Ognissanti, per partecipare alla settima tappa dell’Italia Cup svoltasi ad Ortona per l’organizzazione della locale sezione della Lega Navale e del Circolo Velico Ortona.

Partenza giovedì mattina con Coach Giampaolo Timossi e furgone e carrello al carico massimo, con otto Atleti suddivisi nelle tre categorie: Paolo Giargia negli Standard, Armando Giana, Federico Scarlatti, Beatrice Tartarini, Edoardo Valletta e Alessandro Vercellino nei Radial, e Alice Scarpati e Michelangelo Vecchio nel 4.7.

Venerdì 2 novembre sui due campi di regata il vento è attorno ai 9 nodi, con direzione sud-est. Partenza buona per tutte le classi; nei 4.7 Michelangelo si piazza ventesimo nella sua batteria e Alice ventiquattresima. Fra i Radial il miglior piazzamento è quello di Edo, diciassettesimo, con Armando ventiseiesimo, Federico trentanovesimo, Alessandro quarantacinquesimo e Beatrice quarantanovesima. Il vento supera i 16 nodi e il Comitato manda a terra entrambe le categorie. Diverso il discorso per gli Standard; nella prima prova Paolo fa un buon nono posto ma nella seconda parte fuori e si becca un UFD che lo penalizzerà impedendogli lo scarto della prova peggiore.

Il sabato si apre male: Armando rimane a riposo branda obbligato, causa malessere. Quanto al vento, soffia attorno ai 6 nodi da 230 gradi, quindi si prevede la disputa delle tre regate previste. Nei 4.7 sia Alice piazza un ventunesimo e un buon ottavo, mentre Micky apre male, trentanovesimo, ma si migliora nella seconda, quattordicesimo.  Nei Radial bene Edo nella prima prova, sesto, e meno bene nella seconda, ventisettesimo, mentre Alessandro piazza un quarantesimo e un ventiseiesimo. Giornata storta per Beatrice e Federico.  Quanto a Paolo, dopo un dodicesimo piazza un ottimo terzo nella seconda prova degli Standard. L’ottimismo circa il completamento del programma di giornata sfumava con l’arrivo di una perturbazione che costringeva il Comitato a mandare tutti a terra.

Domenica vento di poco inferiore ai 10 nodi in aumento, con direzione 110 gradi. I 130 concorrenti dei 4.7 venivano suddivisi in due flotte, Gold e Silver, ed entrambi i due Atleti del VCN rientravano nella prima, che sarebbe poi stata l’unica a regatare. Tre le prove disputate, con Alice che apriva e chiudeva bene, tredicesima e nona, con purtroppo un quarantunesimo non scartabile nella seconda, che la portava a chiudere al trentunesimo posto. Male anche Micky nella seconda, con due risultati poco sopra il ventesimo nelle altre due, che lo portavano a chiudere in quarantaquattresima posizione, niente male come esordio in Italia Cup. Due regate per i Radial, con Armando di nuovo in acqua. Edo chiudeva trentasettesimo, con due risultati sopra il 20, mentre Alessandro rimaneva in entrambe le prove poco sotto il trentesimo, chiudendo settantatreesimo, sei posti davanti ad Armando, che otteneva un trentesimo e un buon sedicesimo, Attorno al quarantesimo in entrambe Fede, e un trentaseiesimo nell’ultima dopo una brutta quarta prova per Beatrice. Quanto a Paolo, un terzo e un undicesimo non gli permettevano di risalire oltre il decimo posto finale.

Coach Timossi soddisfatto per l’affiatamento del gruppo, mentre per i risultati 4.7 sopra le aspettative, Radial secondo previsioni, e Standard “appesantito” dallo studio

Autore:Varazze Club Nautico 1919