Laser: Italia Cup a Venezia, podio sfiorato per Edo

Categorie: Regate

Tutte e tre le giornate della 5^ tappa della Italia Cup della classe Laser, svoltasi a Venezia, hanno visto portare a termine almeno una regata, cosa rara di questi tempi. Organizzata dalla Compagnia della Vela e ospitata presso il Centro Velico Agonistico Ottavio Ghetti di Punta Sabbioni, la regata ha visto la partecipazione di ben 74 timonieri della classe 4.7 e 62 nei Radial, mentre negli Standard i concorrenti sono stati solo 26. Cinque i rappresentanti del Varazze Club Nautico: assente Paolo Gargia negli Standard, nei Radial l’unico a difendere i nostri colori era Armando Giana, mentre fra i 4.7 la partecipazione rispettava un perfetto equilibrio di genere, con Edoardo Valletta e Giovanni Malfassi fra i ragazzi e Alice Scarpati ed Elena Scarlatti fra le ragazze.

Sole e, inizialmente, un bel vento da est sui 10-12 nodi hanno permesso di dare il via alla prima regata del primo giorno, ma un calo dell’aria attorno ai 4 nodi ha portato alla riduzione del percorso per Radial e 4.7. Partenza con il freno a mano per Armando, che notoriamente non ama le ariette, e che ha chiuso 38°. Migliore dei nostri Giovanni Malfassi, 17°, mentre Edo Valletta chiudeva 10 posti più indietro, con un 60° per Elena e un BFD per Alice.

Poco vento all’inizio della seconda giornata, ma poi si stabilizzava da sud attorno ai 7-9 nodi, consentendo di completare tre regate per ogni classe. Per Armando un 35°, 13° e 21°, che lo ponevano a metà classifica. Balzo in avanti di Edo, che a un 3° faceva seguire un 10° e un 15° portandosi in nona posizione grazie allo scarto del risultato del giorno prima. Con un 1°, 23° e 27°, quest’ultimo scartato, Giovanni rimaneva abbondantemente nel primo terzo della classifica, con un temporaneo 20°. Rimonta di Alice, che con un 24°, 31° e 45° andava sfiorare la metà classifica, mentre per Elena era una giornata decisamente negativa, con un 53°, un DSQ e un BFD che la portavano ad indossare la maglia nera.

Due le regate portate a termine nella terza giornata, con vento leggero. Un 9 e un 11° facevano risalire Armando a una più che onorevole 17^ posizione.

Un 11°, ma soprattutto un 3° posto, facevano balzare Edo a un ottimo 4° posto finale, con il podio a soli 4 punti dal terzo e a 5 dal secondo.

Un buon allenamento e una carica di autostima in vista del Mondiale di luglio. Dopo un 27° nella prima prova Giovanni sbagliava la seconda, scartando quindi il 47° posto, ma rimanendo comunque in una buona 22^ posizione finale.

Il 30° posto, seguito da un 20°, facevano proseguire Alice nella sua risalita, che la portava nella prima metà della classifica al 35° posto.

Con il morale non certo alle stelle Elena non brillava; risultato da archiviare pensando già alla prossima per un rapido riscatto.

 

 

 

La seconda giornata dell’Italia Cup di Venezia si è aperta questa mattina con poco vento ed intelligenza a terra. Il comitato ha dovuto differire la partenza, inizialmente prevista per le 12, ma dopo un’attesa di poco più di un’ora ha chiamato le flotte in acqua.
Tre regate portate a termine per tutte le classi, con vento sempre intorno agli 7-9 nodi con direzione oscillante tra 180-190°.

Tra i Laser Standard passa in testa alla classifica Ciro Basile del Circolo della Vela di Bari, che oggi porta a casa due secondi posti ed un primo.
Nei Laser Radial conduce Isabella Filippo della Società Velica Oscar Cosulich nella classifica femminile, mentre è in testa alla classifica maschile Guido Gallinaro della Fraglia Vela Riva.
Non cambia il in testa alla classifica 4.7 femminile, con Alessia Palanti del Circolo Vela Torbole, mentre tra i ragazzi  conduce  Ilan Muccino del C.V. Ravennate.
Le regate riprendono domani alle 12.

 

 

Autore:Varazze Club Nautico 1919