Memorial “Angela Lupi”: la cronaca

Categorie: Regate

All’ottava edizione il Memorial “Angela Lupi”, dedicato alla storica Segretaria del Varazze Club Nautico, ha decisamente fatto l’en-plein di concorrenti. Ben 89 i Cadetti presenti presso il Marina di Varazze per le regate del 24 e 25 novembre mentre gli Juniores erano “solamente” 87, in entrambe le categorie a un soffio dall’obbligo di disputare le batterie. Gli oltre 170 optimisti giunti a Varazze, ai quali si sono aggiunti quelli del Varazze Club Nautico, erano quasi equamente suddivisi fra I Zona e altre zone, specie i laghi, con una partecipazione internazionale data dalla squadra dello Yacht Club di Ascona, Svizzera, e dagli amici del KS Dobra Marina giunti il sabato mattina dal nord della Polonia, precisamente da Stettino, per una settimana di allenamenti in Mediterraneo.

Alle normali difficoltà di gestione legate ai numeri dei regatanti, quest’anno si sono aggiunte anche quelle provocate dalla tempesta di fine ottobre, che ha lasciato il VCN con un’ampia spiaggia ma senza strutture. Alla fine grazie anche all’aiuto e alla comprensione del Comune e del Marina di Varazze, e grazie alla collaborazione di uno stuolo di volontari, Presidente in testa fino ai ragazzi del Gruppo Laser, passando dai numerosi Soci, genitori ed affini, e complice la presenza di una bella tramontana, l’edizione 2018 del “Lupi” è stata complessivamente un successo.

Sabato in mare con un po’ di ritardo, con campo davanti a Celle Ligure; vento con punte di 15 nodi, boa di bolina quasi a terra davanti ai Piani di Celle, e dopo qualche partenza ripetuta, con esposizione della bandiera nera, alla fine gli Juniores sono partiti, giungendo compatti sulla boa di bolina per una regata avvincente che ha visto cambiamenti di posizioni quasi fino all’ultimo. Un po’ più diluito il gruppo dei Cadetti, anche se nelle prime posizioni ci si dava battaglia senza timori. Seconda regata a seguire, e rientro a terra attorno alle 17:00. Fra gli Juniores dominio rosa, con vittorie di giornata per Denise Frigerio, LNI Mandello, ed Emma Mattivi, Fraglia Vela Riva, mentre nei Cadetti al primo posto si alternavano Manuel De Asmundis, Fraglia Vela Riva, ed Enea Luatti, AVAL CDV Alto Lario.

Serata mangereccia presso l’Oratorio Salesiani, organizzata dalle mamme e dai papà degli Optimisti del Varazze Club Nautico, con l’ausilio di preziosi collaboratori, quindi tutti a riposare in vista della domenica.

Vento in rinforzo, con punte fino a 25 nodi, che portava a uno spostamento del campo da Celle a Varazze, e portava il Comitato di Regata a far rientrare i Cadetti al termine della prima prova, mentre gli Juniores ne disputavano una seconda, riuscendo così a giocarsi uno scarto. Successo di Leonardo Malfer, Fraglia Vela Riva, nell’unica regata dei Cadetti, mentre le vittorie fra gli Juniores andavano a Luca Riccobene, Varazze Club Nautico, e ad Emma Mattivi, Fraglia Vela Riva.

A conti fatti si confermava il dominio femminile, con due Atlete della Fraglia Vela Riva in testa alla classifica, Emma Mattivi e Malika Belloni, seguite al terzo posto da Filippo Piacentini, CV Bellano. La relativa delusione di quest’ultimo si è senza dubbio stemperata quando, nell’atto finale delle estrazioni, è stato proprio lui a vincere lo scafo Optimist messo in palio come ogni anno dalla famiglia Lupi.

Tutti maschi invece sui tre gradini del podio assoluto fra i Cadetti, con nell’ordine i già citati Manuel De Asmundis, Enea Luatti e Leonardo Malfer. Prima fra le ragazze Shari Carrara dello YC Ascona.

E in casa VCN? Un po’ di frustrazione per coach Enrico Saccucci per le due “medaglie di legno” ottenute; fra gli Juniores Luca Riccobene, probabilmente alla sua ultima regata in Optimist, non ha brillato nella prima giornata, mentre nella seconda ha fatto un primo e un quarto che lo hanno portato a ridosso del podio. Sempre attorno al ventesimo Dario Deambrogio, che ha chiuso proprio 20°, seguito sei posti più indietro da Edoardo Tartarini, che a prove soddisfacenti nella prima giornata ha sofferto il vento forte della seconda. Due posti più indietro Filippo Rogantin, con un BFD nell’ultima prova, così come Luca. In difficoltà con la tramontana Chiara Autano, finita nella seconda metà della graduatoria. Sul podio al termine della prima giornata, James Zanenga si è giocato il terzo posto con un ottavo nell’unica regata della domenica, pur registrando un costante progresso nelle regate in cui la concorrenza è agguerrita. Una prova opaca la domenica ha fatto retrocedere Irma Fedeli, che il sabato sera era la prima delle ragazze fra i Cadetti; nonostante il 25° posto è però riuscita a rimanere sul podio delle femmine, piazzandosi la terzo posto. Metà classifica per Francesco Tartarini, anche lui forse all’ultima regata in Optimist avendo, sembra, ceduto alle lusinghe della mountain bike. In bocca al pupo Checco! Assenti fra i Cadetti Tullio Rascaroli e Filippo Molinari, vittime dei malanni stagionali.

Tornando alle estrazioni, l’altro lotto importante, ossia l’alberatura e la vela, sono andate a Jan Borowiak, KS Dobra Marina. Nella lunga trasferta si erano persi un’alberatura: giustizia è fatta.

Appuntamento a tutti per la nona edizione del “Lupi”, fra circa un anno.

Autore:Varazze Club Nautico 1919